Fondamenta S. Giustina, Castello 2835 - Cap.30122 VENEZIA Tel.041.5225369 - Fax 041.5230818 Codice Meccanografico: VEIS026004  Segreteria: veis026004@istruzione.it Pec: veis026004@pec.istruzione.it
 
 
Navigazione veloce
 

Regolamento “visite guidate e viaggi di istruzione”

Regolamento “Visite Guidate e Viaggi di Istruzione”

I docenti che intendono effettuare con le proprie classi visite guidate o viaggi di istruzione sono invitati a prendere visione della normativa vigente e a rispettare scadenze e modalità previste. In particolare si richiamano le seguenti disposizioni.
Visite guidate nell’ambito del Comune:

  • per realizzare visite guidate nell’ambito del Comune di Venezia, anche se esse impegnano soltanto una parte delle ore di lezione della giornata, si deve presentare richiesta di autorizzazione al Dirigente Scolastico su apposito stampato almeno sette giorni prima della data di effettuazione;
  • l’autorizzazione spetta al Dirigente Scolastico, per delega del Consiglio d’Istituto;
  • è necessario acquisire preventivamente le autorizzazioni dei genitori, che vanno allegate alla proposta;
  • è sufficiente un accompagnatore per classe, purché siano assicurate le condizioni di sicurezza nel trasferimento.

Visite guidate fuori Comune:

  • le proposte di devono essere presentate su apposito stampato dall’insegnante responsabile dell’organizzazione di norma 15 giorni prima della data di effettuazione;
  • le visite devono essere preventivamente deliberate dai Consigli delle classi partecipanti;
  • è necessario acquisire preventivamente le autorizzazioni dei genitori, che vanno allegate alla proposta;
  • devono essere indicati tutti i docenti accompagnatori, compreso il nominativo di un loro sostituto, in caso di impedimento;
  • gli accompagnatori devono essere almeno uno ogni 15 studenti
  • l’autorizzazione spetta al Dirigente Scolastico, per delega del Consiglio d’Istituto;

Viaggi d’istruzione:

  • le proposte di massima devono essere approvate dai Consigli di classe nell’ambito della programmazione delle attività didattiche (Consigli di novembre);
  • le proposte definitive devono essere presentate almeno 30 giorni prima della data di effettuazione;
  • i viaggi devono essere organizzati preferibilmente per almeno due classi, possibilmente parallele e devono coinvolgere di norma i 3/4 degli alunni per classe;
  • il tetto di spesa pro capite è fissato in euro 500,00;
  • l’autorizzazione spetta al Consiglio d’Istituto;
  • è necessario acquisire preventivamente le autorizzazioni dei genitori, che vanno allegate alla proposta;
  • nel caso di viaggi che prevedano l’utilizzo dell’aereo i partecipanti, contestualmente all’adesione/autorizzazione, dovranno versare un acconto pari al costo della mobilità soggetta a prenotazione (biglietto aereo, abbonamenti, alberghi ecc.) che, in caso di successiva rinuncia, non potrà essere loro rimborsato se non da eventuali polizze individualmente stipulate.
  • in caso di uscite naturalistiche all’aperto si devono prevedere due date, la principale e una di riserva – mantenendo le stesse destinazione e modalità di svolgimento – in modo da scongiurare l’annullamento per maltempo;
  • è preferibile non prevedere partenze di viaggi e uscite a ridosso di giornate festive e prefestive, perché in caso di rinunce o annullamento la segreteria non può intervenire, diversamente, gli accompagnatori debbono predisporre le garanzie necessarie per poter gestire autonomamente eventuali emergenze;
  • relativamente ai viaggi delle classi quinte è opportuno che la delibera del Consiglio di classe e l’organizzazione siano effettuate entro il secondo quadrimestre dell’anno scolastico precedente a quello di effettuazione. Consentendo, così, sia lo svolgimento all’inizio dell’anno scolastico, periodo meno denso d’impegni, sia una prenotazione economicamente più vantaggiosa, in particolare nel caso di trasferimenti aerei.

L’istituto è attivamente impegnato a ridurre le evidenti situazioni di disagio che possano compromettere la partecipazione degli studenti alle attività di classe programmate, anche attingendo al previsto “Fondo di
Solidarietà”.

Per ragioni amministrative, l’organizzazione tecnica dei viaggi (richiesta di preventivi, atti di impegno con ditte di trasporti e agenzie turistiche, ecc.) deve avvenire esclusivamente attraverso i canali ufficiali della scuola.
Per ogni tipo di visita o viaggio sono stati predisposti degli stampati che devono essere compilati in ogni loro parte e riconsegnati corredati della documentazione necessaria (autorizzazioni dei genitori, ricevute di versamento delle quote a carico degli alunni, ecc.) a cura dell’insegnante che promuove l’iniziativa e che se ne assume la responsabilità. 

Per delibera del Consiglio di Istituto le proposte incomplete non potranno essere accettate. Si sottolinea che i viaggi di istruzione devono autofinanziarsi e configurarsi come partita di giro nel programma annuale dell’Istituto.

 

 

Allegati